Dal 26 marzo al 18 Ottobre 2019 ai Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali la seconda tappa della mostra "Mortali Immortali, tesori del Sichuan nell’antica Cina", dopo il debutto al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

La mostra presenta reperti in bronzo, oro, giada e terracotta, databili dall’età del bronzo (II millennio a.C.) fino all’epoca Han (II secolo d.C.) provenienti da importanti istituzioni cinesi. 
 

L’Esposizione è realizzata sotto la guida dell’Ufficio Provinciale della cultura del Sichuan e patrocinata dall’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia. L’intento della Mostra è far conoscere i tratti evocativi della cultura del popolo Shu, raccontata attraverso i suoi oggetti più significativi, come le misteriose maschere in bronzo provenienti dagli scavi archeologici del sito di Sanxingdui.

Il progetto espositivo si focalizza su due tematiche principali racchiuse in una suggestiva visione d’insieme. La prima è quella dedicata alla “cultura religiosa dello stato di Shu”, al mondo spirituale di un’antichissima civiltà dedita al culto del sole e alle attività sacrificali, intese come mezzo di comunicazione tra l’umano e il divino. La seconda descrive “la vita quotidiana del popolo Shu”, il suo sviluppo economico e sociale attraverso “ritratti su mattone“, ovvero rappresentazioni di divinità e di mortali a bassorilievo della dinastia Han, statuette fittili di persone e animali, recipienti in legno laccato e vari oggetti provenienti dalle aree di scavo.

Q Academy ha curato le relazioni istituzionali che hanno reso possibile la realizzazione della mostra a Roma.