A conclusione dei numerosi omaggi che tutto il mondo ha dedicato a Maria Callas a quarant’anni dalla sua scomparsa (Parigi – 16 settembre 1977), non poteva mancare nella capitale un evento in ricordo della grande artista. Callas e Roma – Una Voce in Mostra accende i riflettori su uno tra i più controversi rapporti del soprano assoluto: quello con la città di Roma. Fil rouge della mostra, sapientemente allestita da BC Progetti, la Voce della Divina che attraverso una selezione di registrazioni storiche, alcune delle quali recentemente venute alla luce, accompagnerà i visitatori in un viaggio musicale unico attraverso la vita professionale e personale della Callas, ripercorrendo il decennio 1948-1958 che la lega alla città di Roma.

Ideata e prodotta da musicaPERformare con la collaborazione di Q Academy, e sostenuta come progetto speciale dal MIBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo),

Il progetto nasce dall’incontro tra musicaPERformare e Giovanna Lomazzi, amica intima, assistente personale e memoria storica della Callas: un progetto unico nel suo genere che, attraverso l’ascolto diretto della sua voce, ridà vita alla figura dell’artista, mostrandola dai suoi esordi a Roma nell’immediato dopoguerra, passando per la stagione della Dolce Vita e della Hollywood sul Tevere, fino allo scandalo della Norma al Teatro dell’Opera nel gennaio del 1958, che comportò il suo brusco allontanamento dal teatro della Capitale.

L’originalità del progetto risiede nell’uso delle registrazioni sonore, di per sé bene immateriale, come oggetto espositivo, a corredo delle quali bozzetti, costumi di scena, immagini di archivio e testimonianze visive e sonore costituiranno il corollario di una esperienza d’ascolto intima e personale. Sarà la stessa Callas quindi a raccontare se stessa, i suoi successi e le sue fragilità, in un percorso emozionale senza precedenti. Un’esperienza speciale che consentirà al visitatore di rivivere in prima persona attraverso la Voce della grande artista i momenti più importanti della sua carriera e della sua vita privata così intimamente legate. Un grande evento culturale della Capitale in scena dal 12 dicembre 2017 al 21 gennaio 2018.

L’iniziativa si avvale della sinergia con la Fondazione Teatro dell’Opera di Roma, l’Istituto centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi, il Centro Sperimentale di Cinematografia, la Soprintendenza Archivistica e bibliografica del Lazio e ha ottenuto il patrocinio del MiBACT, dell’Ambasciata di Grecia a Roma e del Comune di Zevio. Tra i partner della Mostra figurano l’Accademia Maria Callas di Zevio, l’Archivio fotografico Riccardi, l’Istituto Cinecittà Luce e RAI Radio 3.

poster-callas-e-roma.jpeg